ROMA | Stadio di Domiziano
25 Nov 2017 - 10 Gen 2018

TERMINE DELLE CANDIDATURE PROROGATO AL 15 OTTOBRE 2017

Marta Mànduca

Stratificazione di archetipi

 

Stratificazione di archetipi

Stratification of archetypes

L'opera raffigura un artista che, con l'aiuto di un'aquila, in cui si identifica, discende nell'abisso dell'inconscio alla ricerca di antiche memorie stratificate nel corso di diverse generazioni, al fine di conoscerle, studiarle, elaborarne i contenuti e riportarle in vita in forme artistiche accessibili.

The painting represents an artist who, with the help of an eagle, in which he identifies himself, descends into the abyss of the unconscious in search of  ancient stratified memories over several generations, in order to know them, study them, elaborate their contents and bring them back to life in accessible artistic forms.

NOTA BIOGRAFICA DELL'ARTISTA:

Artista autodidatta, dipinge da sempre perseguendo un modello interiore delle cose. La sua carriera artistica è costellata da molte mostre in prestigiosi musei e gallerie d'arte nazionali ed internazionali. La sua produzione artistica  rispecchia la vasta cultura dell'artista e spazia dai grandi temi dell'uomo e dell'universo, fino agli omaggi a miti della cultura. Il noto Prof. G. Faccenda ne cura oggi la critica e le mostre, invitandola a partecipare ad importanti eventi nazionali ed internazionali. "La pittura di Marta Mànduca conquista l'essenza ideale di un surrealismo colto nel quale, ermetici, collimano i suoi stessi stati d'animo" - da "Il mito, il sogno, la visione" Prof. G. Faccenda.


DELLO STESSO ARTISTA:

Il Tempio di Bël