ROMA | Stadio di Domiziano
25 Nov 2017 - 10 Gen 2018

TERMINE DELLE CANDIDATURE PROROGATO AL 15 OTTOBRE 2017

mirella beraha

teomorfica

 

teomorfica

teomorphica

i colori costruiscono la forma, la forma annuncia il divino: Iddu 

Vulcano: fuoco perenne che rimanda alla morte di 'Empecolode  di Hoderling 

the colors builds the form; the form proclaims the divine: Iddu

Volcano: perennial fire that refers to the death of Empedocle, by Hoderling

NOTA BIOGRAFICA DELL'ARTISTA:

Non nasce pittrice bensì manager televisiva e dopo aver lasciato la televisione, diviene responsabile marketing di una grande azienda nel settore dentale. La sua passione per la pittura nasce dalla consapevolezza del suo amore per il vulcano Stromboli. Frequenta Stromboli da quando aveva 17 anni e come per il “mal d’Africa”, Mirella subisce il “mal di Stromboli”, tanto da sentire presto la necessità di esprimere questa passione per “la montagna di fuoco”, dipingendola in ogni sua forma e con qualsiasi materiale; oltre all’utilizzo dell’olio, degli acquerelli e delle tempere, usa anche smalto per unghie e inchiostri. Nel 2012 è stato pubblicato un libro dedicato alla sua pittura, “Dentro il Vulcano”, da Bevivino Editore. Il libro è un’approfondita analisi critica fatta da studiosi del mondo dell’arte e della comunicazione come Alberto Abruzzese, Nello Barile, Gianrico Carofiglio.

 


DELLO STESSO ARTISTA:

Fuoco: dolcezza e tortura