ROMA | Stadio di Domiziano
25 Nov 2017 - 10 Gen 2018

TERMINE DELLE CANDIDATURE PROROGATO AL 15 OTTOBRE 2017

Stefano Solimani

Nel nome del figlio

 

Nel nome del figlio

In the name of the child

L'opera affronta in chiave strettamente laica il mistero della Santa Trinità. Il rapporto straordinario tra Padre e Figlio si materializza in uno sguardo inondato di luce trascendente. L'Eterno contempla il figlio prediletto "nel quale si è compiaciuto" e il Figlio riconosce il Padre ed è felice nel fare la volontà di chi l'ha mandato. Il Figlio l'abbiamo conosciuto ed è il centro della storia dell'uomo. Il drappo nero sono i peccati del mondo in attesa di una redenzione. Lo Spirito è il legame assoluto e la colomba immacolata ne è l'interprete indiscutibile.

The painting seeks in a strictly secular key the mystery of the Holy Trinity. The extraordinary relationship between Father and Son materializes in a flood of transcendent light. The Eternal contemplates the beloved son "in whom he is pleased" and the Son recognizes the Father and he is happy to do the will of the one who sent him. The Son we have known and he is the center of human history. The black draperies are the sins of the world awaiting redemption. The Spirit is the absolute bond and the immaculate dove is the indisputable interpreter.

NOTA BIOGRAFICA DELL'ARTISTA:

Stefano Solimani inizia la sua carriera artistica nel 1967. Dotato di grande talento artistico e di straordinaria capacità espressiva è protagonista, fin dagli anni della giovinezza, di eventi e mostre che lo fanno apprezzare dal pubblico e dalla critica. È vincitore di premi sia nazionali che internazionali. Padre fondatore del movimento artistico dell’Iperestetismo. A cura del Prof. Paolo Levi e del Prof. Vittorio Sgarbi si rende testimone di eventi espositivi di grande risonanza come la 54a Biennale Internazionale d’Arte di Venezia. Le sue opere sono presenti in musei pubblici e fanno parte del patrimonio dello Stato. Collezionisti di vari paesi del mondo detengono alcuni suoi rari dipinti. Nato nelle Marche, vive e lavora nella sua amata Umbria, a Spoleto.


DELLO STESSO ARTISTA:

L'inganno del tempo ovvero l'eternità celata