ROMA | Stadio di Domiziano
25 Nov 2017 - 10 Gen 2018

TERMINE DELLE CANDIDATURE PROROGATO AL 15 OTTOBRE 2017

FEDERICA MARIN

LUCE

 

LUCE

LIGHT

Fotografia digitale a colori. Contaminazione tra reale e virtuale. Partendo dalla realtà percepita visivamente si compie una sua sublimazione attraverso l'immaginazione sensoriale, quasi tattile. Si cercano altri mondi, altri "modi" di leggere la realtà. La vista dell'osservatore sconfina oltre l'orizzonte del percepito, del visibile, per immergersi in altre realtà.

NOTA BIOGRAFICA DELL'ARTISTA:

E’ architetto, fotografa e ricercatrice universitaria. Vive e lavora a Udine. I suoi soggetti preferiti sono la natura e i paesaggi urbani, conducendo anche un’indagine sul corpo umano. Partendo dalle basi della fotografia e dallo studio della tecnica del B/N in camera oscura, il suo percorso si è aperto verso l’elaborazione digitale con stampa su differenti supporti. Ha partecipato a importanti mostre, personali e collettive, in molte città italiane - Venezia, Roma, Torino, Milano, Firenze, Bologna, Udine, Sauris, Lignano Sabbiadoro, Cortina, Forte dei Marmi, Padova, Sanremo, Perugia, Spoleto, Forlì - e a Miami, NY, Londra, Barcellona, Chicago, Toronto, Budapest, Rio de Janeiro, Montecarlo. Ha vinto premi nazionali ed internazionali a Firenze, Montecarlo e a Spoleto. Critici e storici che si sono occupati dell’artista: Licio Damiani, Isabella Deganis, Vito Sutto, Giancarlo Biasco, Natale Zaccuri, Gianfranco Ellero, Renato Manera, Elena Viotto, Fabrizio Borghini, Michela Zanutto, Elena Gollini, Vittorio Sgarbi.


DELLO STESSO ARTISTA:

PUREZZA